Return to top
“TRACK MY HEALTH”: SOLUZIONI PER GARANTIRE LA SICUREZZA DELLA FASE 2
“TRACK MY HEALTH”: SOLUZIONI PER GARANTIRE LA SICUREZZA DELLA FASE 2

“TRACK MY HEALTH”: SOLUZIONI PER GARANTIRE LA SICUREZZA DELLA FASE 2

Sistemi di controllo degli accessi, della temperatura, delle distanze integrabili con gli attuali sistemi di sorveglianza e sicurezza.


Travagliato (BS), 30 aprile 2020
Antares Vision, leader mondiale nei sistemi d’ispezione e visione per il controllo qualità, nelle soluzioni di tracciatura per l’anticontraffazione e il controllo della filiera, nella gestione intelligente dei dati, presenta TrackMyHealth. Ideato e sviluppato in collaborazione con Vigilate, società bresciana operante nei settori della Sicurezza, specializzata nella realizzazione di prodotti tecnologici e software di analisi delle immagini, TrackMyHealth è un sistema di sicurezza integrato per la prevenzione e la protezione della salute delle persone.

 

TrackMyHealth è una soluzione modulare, scalabile e integrabile con sistemi di sorveglianza e controllo già esistenti, per diverse tipologie di attività: dalle aziende, alle banche, ai pubblici uffici, e anche centri commerciali e superfici retail di grandi dimensioni, così come spazi pubblici quali centri fieristici, stazioni e aeroporti. Nasce per garantire la salute del cittadino e la protezione del business attraverso un controllo garantito e dimostrabile del rispetto dei criteri di sicurezza: dal rilevamento della temperatura, della distanza sociale e dell’adozione dei dispositivi di protezione personale all’interno di vari spazi, grazie all’utilizzo di sistemi di visione intelligente e di algoritmi di intelligenza artificiale, progettati nel pieno rispetto delle norme GDPR.

 

Nell’immediato futuro, ogni operatore pubblico e privato dovrà assicurare che le persone presenti nelle proprie strutture rispettino i criteri di sicurezza, la distanza sociale e l’adozione dei dispositivi di protezione personale. Per questo è necessario intervenire con soluzioni flessibili e modulari, che si adattino alle configurazioni di sorveglianza già esistenti, per controlli automatici costanti e assicurando l’assistenza e uno standard continuativo nel tempo. Aspetto su cui si concentra la nuova soluzione innovativa della multinazionale italiana, da sempre impegnata nell’ideazione di soluzioni hardware e software all’avanguardia per i settori industriali più esigenti, che ha individuato gli strumenti più utili per aiutare a tornare a frequentare in sicurezza i luoghi adibiti alla socialità, al lavoro, al commercio, a tutte le attività che dovranno fare i conti con le difficoltà della ripresa. 

 

“Stiamo vivendo un periodo di profondi stravolgimenti che, inevitabilmente, hanno portato a un cambiamento del nostro modo di vivere e di intendere la socialità – ha dichiarato Emidio Zorzella, CEO di Antares Vision –. Grazie alla collaborazione con Vigilate, abbiamo deciso di mettere le nostre competenze tecnologiche al servizio delle imprese e di tutti gli esercizi commerciali che ripartiranno nella Fase 2. È con orgoglio che possiamo presentare TrackMyHealth, frutto della volontà di proseguire il nostro impegno sul tema della salute e della sicurezza di tutti i cittadini. Coniugando le nostre tre macro-aree di business, ovvero visione, tracciabilità e smart data management, abbiamo saputo mettere a punto una soluzione innovativa che intende essere non solo un valido supporto per il mantenimento di comportamenti sicuri, ma anche una sorta di garante della trasparenza e della fiducia nei confronti di tutti i cittadini”.

 

In particolare, la soluzione TrackMyHealth di Antares Vision sarà in grado di:

  • controllare la temperatura corporea in ingresso con precisione +/- 0,3°
  • conteggiare la presenza di persone con la possibilità di gestire in maniera automatica il numero chiuso di ingresso/uscita e riconoscerli in relazione alla temperatura corporea
  • controllare la presenza o meno di una mascherina sul volto
  • controllare l’eventuale accodamento sul portale d’ingresso
  • controllare il mantenimento delle distanze interpersonali negli spazi, generando, in automatico, sia segnali di allarme in caso di situazioni o comportamenti anomali, sia un’elevata quantità di dati e informazioni che possono poi essere consultati attraverso un tool dello storico di filmati ed eventi, in conformità della GDPR.

 

La novità di questo sistema è la modularità e l’integrabilità con eventuali piattaforme software e sistemi di vigilanza già esistenti, permettendo così alle imprese di configurarlo e adattarlo secondo le proprie necessità. In particolare, il portale si basa su PSIM (Physical Security Information Management) XentinelÒ, una piattaforma «Plug&Play» di visione e gestione della sicurezza in grado di armonizzarsi con l’architettura hardware e software esistente, progettata per il controllo Cloud da remoto, il controllo on-site, la gestione di tutte le telecamere, degli allarmi e delle non conformità, con la possibilità di integrazione con altre app e altri device. Per qualsiasi informazione si può inviare una richiesta anche a covid19@antaresvision.com.

 

V-PORTAL BUSINESS

Pensato specificatamente per il controllo dell’ingresso del personale di aziende, banche, uffici pubblici, il portale di accesso v-PorTAL 20-01 è una soluzione professionale e compatta che garantisce un controllo automatico H24 delle strutture lavorative. Dotato anche di lettore badge e semaforo per la gestione automatica della fila esterna, permette di controllare, certificare e documentare che il collaboratore, al momento dell’ingresso, sia dotato del dispositivo di protezione individuale e non presenti sintomi di febbre o temperatura anomala. Tutti i dati relativi all’ingresso - quali ora, data, numero del gate d’ingresso, la temperatura del soggetto in entrata, il numero di matricola, la fotografia termica, quella a colori, il filmato dell’evento d’ingresso - possono essere memorizzati localmente, oppure inviati a un software di supervisione PSIM per l’archiviazione. In ogni caso tutti i dati e le immagini sono gestiti in conformità alle norme GDPR.