Return to top
Trustparency® nella distribuzione dei vaccini: una questione salvavita
Trustparency® nella distribuzione dei vaccini: una questione salvavita

Condividi su

Data

09 giugno 2021

Trustparency® nella distribuzione dei vaccini: una questione salvavita

La pandemia da Covid-19 ha catalizzato lo sviluppo e la produzione esponenziale di vaccini, con una sola missione: salvare vite umane.

La supply chain che si occupa della somministrazione dei vaccini viene costantemente interrotta dalle molteplici sfide che richiedono uno sforzo globale in ambito sanitario.


ASCOLTA ANTARES VISION RADIO! 

Clicca qui per ascoltare i podcast:

English Version - Italian Version


Per garantire ovunque una maggiore resilienza, è possibile offrire numerose opportunità a coloro che desiderano contribuire ad assicurare una somministrazione di vaccini sicuri, efficaci e sani a tutte le persone. Quindi, non è troppo tardi per sostenere la distribuzione dei vaccini, nel rispetto delle buone pratiche di fabbricazione, igiene e distribuzione e applicando le tecnologie più all’avanguardia nel campo dell’ispezione, della tracciabilità e del monitoraggio in tempo reale della catena del freddo, per garantirne la massima affidabilità.

Tracciabilità e Ispezione per la sicurezza dei vaccini

COME SOSTENERE LA DISTRIBUZIONE DEI VACCINI NELLO SVILUPPO DI UNA SUPPLY CHAIN AFFIDABILE?


TECNOLOGIE: STANDARD GLOBALI, ISPEZIONE, TRACK & TRACE


Tutte le autorità sanitarie hanno concordato l’uso di standard globali nel tracciamento della distribuzione dei vaccini come GS1 fino alla singola unità, in modo da evitare contraffazioni/dirottamenti e circolazioni di flaconi/siringhe al di sotto degli standard. Ad esempio, un GS1 per Datamatrix 2D con GTIN/GSRN integrato nell’imballaggio primario, con tecnologia a distacco o a incisione laser nel contenitore di vetro o a UV sul tappo. Dopodiché, molti flaconi o siringhe vengono inseriti all’interno di un astuccio, riportante la stampa del Datamatrix 2D con GTIN, data di scadenza, numero di lotto e numero di serie sull’imballaggio secondario, per una gestione precisa della distribuzione, della tracciabilità e dei richiami. La DLT (Distributed Ledger Technology) può essere un’altra soluzione per il Track&Trace dei vaccini, in quanto permette di segnalare in tempo reale il monitoraggio della distribuzione della catena del freddo/la tracciabilità dei vaccini al produttore, ai distributori e ai rivenditori (ospedali/farmaci), in particolare in paesi in cui non esistono ancora norme di Track&Trace farmaceutico sviluppate, evitando così contraffazioni e dirottamenti delle dosi. Può essere implementata sotto forma di contratti intelligenti, in modo da consentire a piattaforme come Hedera[1] o Fantom Foundation[2] di creare una governance connessa rapida, sicura e decentralizzata.

 

D’altra parte, è possibile utilizzare le macchine di ispezione a completamento della soluzione. L’uso delle tecnologie CCIT per il rilevamento dei difetti e delle perdite/particelle estranee nei cosmetici è un must quando si parla di prodotti sterili, in particolare per evitare la messa in circolazione di prodotti di scarsa qualità/al di sotto degli standard che possono danneggiare/rendere inefficace la somministrazione del vaccino come nel caso delle contraffazioni.

 

Infine, è sempre un buon momento per selezionare il giusto fornitore di soluzioni Track&Trace e ispezione “All in One”, in quanto molto presto le esenzioni temporanee per i vaccini anti-Covid-19 verranno ritirate, ma la produzione non si arresterà, con le varianti che si diffonderanno nel corso degli anni su scala globale. 


ANTARES VISION GROUP: ISPEZIONE, SERIALIZZAZIONE E TRACK & TRACE


Antares Vision Group offre soluzioni globali nell’ambito delle ispezioni e del Track&Trace integrate nelle piattaforme di gestione intelligente dei dati per le principali società farmaceutiche a livello globale. Grazie alla nostra esperienza e all’elevato livello di assistenza offerto, il nostro vasto portfolio di macchine completamente automatiche e dotate tecnologie agnostiche è in grado di soddisfare qualsiasi esigenza. Questo eviterà disguidi tecnici ed economici che potrebbero ritardare la produzione come investimento a lungo termine. Abbiamo, infatti, progettato e già installato macchine sulle linee di produzione per ispezione visiva e serializzazione dei flaconi e delle siringhe pre-riempite anche in modalità integrata con Track&Trace, in modo da evitare, da un lato, la messa in circolazione di prodotti di scarsa qualità e al di sotto degli standard e, dall’altro, problemi di contraffazione e dirottamento delle dosi. Grazie all’applicazione di tecnologie dedicate e avanzate, è possibile ispezionare prodotti liquidi o essiccati a freddo/liofilizzati e utilizzarli nella produzione dei vaccini anti-Covid-19. Inoltre, stiamo esaminando, insieme a IBM e alla Linux Foundation, il contributo che la tecnologia blockchain potrebbe offrire alla supply chain vaccinale, oltre alle soluzioni di Track&Trace standard, per stampare GS1 Datamatrix e HRI su ogni singola scatola/astuccio vendibile agli ospedali, o anche come elemento a distacco su ogni singola unità. Questo consentirà una tracciabilità su scala globale fino a livello del singolo paziente, evitando il rischio di esaurimento delle scorte e rendendo la supply chain più trasparente.



[1] https://hedera.com/

[2] https://fantom.foundation/

Commenti

Nessun commento. Inserisci il tuo commento!

Lascia un commento a questo articolo

preloader