Return to top
Sicurezza al centro con TrackMyHealth
Sicurezza al centro con TrackMyHealth

Condividi su

Data

03 giugno 2020

Sicurezza al centro con TrackMyHealth

Ancora una volta la tecnologia è un aiuto molto importante anche per una “vision” nel lungo termine, al di là della necessità contingente, in previsione delle esigenze

A seguito dell’emergenza COVID-19, la ripresa delle attività industriali, commerciali, turistiche, ricreative ecc. è condizionata dall’osservanza di regole comportamentali e controlli che potranno rimanere in vigore per lungo tempo.


NOVITÁ! 

Scopri la radio di Antares Vision, clicca qui per ascoltare questo articolo:

English Version - Italian Version


 

Tra i vari obblighi ricordiamo:

  1. misurazione obbligatoria della temperatura corporea
  2. mantenimento della distanza di sicurezza
  3. obbligo di indossare una mascherina facciale
  4. gestione contingentata degli spazi comuni ed eventuale divieto di accesso agli esterni
  5. numero massimo di persone per ufficio o spazio di lavoro
  6. numero massimo di persone negli ascensori
  7. individuazione del personale responsabile della sorveglianza
  8. trattamento dei dati personali nel rispetto della normativa della Privacy
  9. definizione delle le misure di sicurezza e organizzative adeguate a proteggere i dati
  10. individuazione dei soggetti preposti al trattamento dei dati.
Track My Health Coronavirus

Se il contagio sarà considerato un infortunio sul lavoro, ciò potrà comportare sanzioni penali e amministrative pesanti, oltre al fermo prolungato dell’attività lavorativa. Da qui la necessità di investimenti nell’upgrade strutturale dei sistemi di sicurezza, la creazione di procedure realmente efficienti e automatizzate, oltre alla certificazione che le regole siano applicate e fatte rispettare ogni giorno. In questo la tecnologia è un aiuto molto importante anche per una “vision” nel lungo termine, al di là della necessità contingente, in previsione delle esigenze future.

 

Il sistema di sicurezza per la salute e la protezione dovrà essere integrato, automatico, con un monitoraggio costante e privilegerà la digitalizzazione e l’automazione dei processi di controllo; il controllo di allarmi e anomalie dovrà essere delegato a strutture professionali specializzate nei servizi di sorveglianza. Per questo i portali di accesso come TrackMyHealth, sviluppato da Antares Vision in collaborazione con Vigilate (azienda specializzata nella realizzazione di prodotti tecnologici e software di analisi delle immagini), possono rappresentare la soluzione ideale. Veri e propri steward elettronici, ospitano e gestiscono in un’unica logica diverse tecnologie (cross-technogical approach), combinano hardware e software modulari, oltre a essere scalabili e interfacciabili con sistemi di sorveglianza e controllo già esistenti.

 

Il principale intento di TrackMyHealth, infatti, è di automatizzare le operazioni necessarie per:

 

  1. Rilevare la temperatura
  2. Controllare la presenza del Dispositivo di protezione individuale
  3. Registrare le operazioni di accesso (compreso il controllo dell’accodamento)
  4. Leggere badge/tessere identificative o certificati Bluetooth
  5. Contare gli ingressi e garantire che sotto il portale passi una sola persona alla volta
  6. Collegarsi tramite video-citofono a una centrale operativa di assistenza remota
  7. Regolare l’accesso tramite semaforo/indicatore ottico
  8. Evitare lo scavalcamento improprio del portale
  9. Interfacciarsi con un tornello/cancello di ingresso

 

Il portale, però, non può prescindere da una piattaforma software di supervisione e controllo, la cosiddetta PSIM (Physical Security Information Management), per la gestione di dispositivi di sicurezza fisica, dedicata alla certificazione di ogni singolo accesso e alla registrazione di tutte le anomalie (allarmi) riscontrate, al fine di poterne documentare la corretta gestione in un apposito archivio. Il sistema è in grado di generare automaticamente eventi di allarme mostrando, su una mappa grafica e attraverso immagini statiche o filmati live, il luogo dove sta avvenendo. E, inoltre, integra tutti i dispositivi che compongono la soluzione, prevedendo la gestione anche mediante APP per dispositivi Mobile, in una configurazione idealmente «Plug&Play», in grado cioè di armonizzarsi con l’architettura hardware e software esistente, adatta a un controllo da remoto, in cloud oppure on site.

Qualsiasi soluzione futura di controllo dovrà dunque:

  • Adottare un nuovo modello di sicurezza, un nuovo paradigma di controllo, a prova di possibili nuove emergenze
  • Privilegiare una soluzione automatica che certifichi e garantisca un controllo costante degli ingressi senza necessità di operatore in loco.
  • Gestire dispositivi di controllo da un’unica postazione, anche in remoto, ad esempio dalla centrale operativa del servizio di vigilanza
  • Disporre di funzionalità potenziate da sistemi di Intelligenza Artificiale, sviluppati con tecnologie deep-learning, anche per un sistema di controllo del mantenimento delle distanze interpersonali, mediante video-analisi delle immagini provenienti dalle telecamere che sorvegliano le aree interessate
  • Avere soluzioni scalabili per adattarsi alle esigenze specifiche, integrabili con piattaforme PSIM di gestione della sicurezza già esistenti
  • Disporre di un SDK per integrazione dei dati con altri applicativi software quali ERP o CRM
  • Trattare i dati in conformità del GDPR

TrackMyHealth risponde a tutti questi requisiti. Se vuoi saperne di più, clicca qui:

https://www.antaresvision.com/landingpages/5878/av-track-my-health

Commenti

Nessun commento. Inserisci il tuo commento!

Lascia un commento a questo articolo

preloader