Return to top
Inquinamento ambientale: un nuovo, imprevedibile scenario
Inquinamento ambientale: un nuovo, imprevedibile scenario

Condividi su

Data

06 aprile 2020

Inquinamento ambientale: un nuovo, imprevedibile scenario

Una riflessione non solo su numeri e statistiche, ma anche sulle buone pratiche che tutti noi possiamo attuare per ridurre l’inquinamento ambientale

L'attuale emergenza sanitaria ha un risvolto positivo: aria più pulita e più sana! Secondo l'Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), ogni anno circa 34.000 persone muoiono in Italia a causa dell'inquinamento atmosferico. Inoltre, recenti studi dimostrano che può costituire anche una delle cause della diffusione così rapida del Coronavirus.


 NOVITÁ! 

Scopri la radio di Antares Vision, clicca qui per ascoltare questo articolo:

English Version - Italian Version


 

Negli ultimi mesi, la qualità dell'aria sul territorio cinese ha subito una trasformazione positiva, con una notevole riduzione delle emissioni di CO2, pm10 (-30%) e NO2 (-31%) (Fonte: Ispra), grazie al blocco forzato delle attività, e gli industriali sono stati in grado di gestire l'infezione. Di conseguenza si prevede altrettanto per l'Italia, con un trend (più o meno) simile. Nelle recenti settimane, anche il nostro paese è stato interessato dal blocco delle attività sul posto di lavoro a favore della modalità smart working da casa, con una conseguente riduzione degli spostamenti in automobile di quasi il 100%.

Inquinamento ambientale

Oltre ai dati scientifici sulla diminuzione delle sostanze inquinanti, è stata diffusa dall'ESA un'animazione delle immagini riprese dal satellite Copernicus Sentinel-5P, che mostra la riduzione delle emissioni di biossido di azoto in Italia, in particolare nelle regioni settentrionali. Com'è noto, Antares Vision ha attivato anche la modalità di smart working per i suoi dipendenti, perché nel suo piccolo vuole contribuire al miglioramento dell'aria in Val Padana. Questo aspetto ci fa certamente riflettere sulle buone pratiche che tutti possiamo mettere in atto quando questa condizione di forzato isolamento terminerà. Meno automobili = più ossigeno.

Commenti

Nessun commento. Inserisci il tuo commento!

Lascia un commento a questo articolo

preloader